ITALIA

SPIN – Ricerca Innovazione e Trasferimento Tecnologico S.r.l., in qualità di partner di Enterprise Europe Network – een.ec.europa.eu, organizza l’evento internazionale denominato Cultural Heritage Matchmaking @ SuperScienceMe (CHM 2018), che si terrà il 27 e 28 Settembre 2018 presso il Centro Congressi dell’Aula Magna dell’Università della Calabria a Rende (CS), nell’ambito di SuperScienceMe 2018, quinta edizione della Notte dei Ricercatori che quest’anno è organizzata congiuntamente dal Sistema Regionale della Ricerca con Università della Calabria, Università Magna Graecia, Università Mediterranea, CNR, Regione Calabria.

CHM2018 si articola in due giornate di incontri bilaterali pre-programmati fra gli operatori partecipanti (imprese, ricercatori, musei, operatori culturali, ecc.) e di seminari, workshop e conferenza, su tecnologie, prodotti e contenuti per la filiera dei beni culturali.

Sul sito https://chm2018.b2match.io è possibile prendere visione del programma e ci si può registrare per gli incontri bilaterali inserendo un breve profilo e una o più offerte / richieste nell’area “marketplace”. Successivamente, sarà possibile prenotare incontri di 30′ con gli altri partecipanti. La partecipazione all’evento è gratuita.

CHM 2018 ha l’obiettivo di favorire il matching tra tecnologie avanzate nel settore dei Beni Culturali, domanda di innovazione di istituzioni culturali e città, nuove applicazioni da parte delle PMI e sfide tecniche di grandi aziende. L’evento raccoglie importanti esperienze su tecnologie, applicazioni e bisogni del patrimonio culturale e si rivolge ad un pubblico composto da:

aziende, comprese le PMI e le industrie culturali e creative;
università e istituti di ricerca, centri tecnologici;
operatori culturali pubblici e privati, come musei, biblioteche, parchi, fondazioni, ecc .;
cluster tecnologici, agenzie per l’innovazione;
rappresentanti del governo locale e regionale, policy makers.

L’evento interessa le molteplici aree dei Beni Culturali, dall’identificazione e diagnosi al monitoraggio, restauro, conservazione e valorizzazione, coinvolgendo i seguenti macrosettori: diagnostica, archeologia subacquea e musei iperconnessi. Un elenco non esaustivo dei temi sui quali l’evento sarà focalizzato include:

tecniche non invasive per l’identificazione e la diagnostica dei manufatti;
tecniche avanzate per le indagini sui siti archeologici;
strumenti e tecniche per l’archeologia subacquea (rilevamento, recupero, trattamento, ecc.);
tecniche di monitoraggio avanzate, comprese le condizioni ambientali e i rischi naturali (ad es. eventi sismici);
restauro virtuale, simulazione, ambienti virtuali;
gestione della conoscenza e intelligenza artificiale per la classificazione, la gestione e la valorizzazione del patrimonio culturale;
strumenti software per la pianificazione e la gestione di operazioni complesse;
esperienze innovative per la valorizzazione dei beni culturali;
installazioni innovative e meccanismi di fruizione.

Per ulteriori info scrivi a chm2018@spin.srl

Ulteriori info anche nella brochure e sulla pagina facebook dell’evento.

© 2016 Enterprise Europe Network è co-finanziato dall’Unione Europea – Programma COSME 2014-2020

Né la Commissione europea, né qualsiasi persona che agisce per conto della Commissione è responsabile per l'uso che può essere fatto delle informazioni contenute in questo sito.
Le opinioni ed i pareri non riflettono necessariamente le politiche della Commissione europea.

powered by SPIN srl